La crostata di ricotta e visciole e il ghetto di Roma

La crostata di ricotta e visciole, gioiello della pasticceria romana, rivela la sua bontà già al primo assaggio
con la dolcezza della ricotta e con l’acidità delle visciole.

Questo connubio perfetto ha origini storiche e si è evoluto nel corso dei secoli, diventando un simbolo dell’artigianalità locale. La crostata di ricotta e visciole si intreccia con la cultura della pasticcera giudaico-romana del ghetto ebraico di Roma. Vi raccontiamo la storia.

La storia della crostata di ricotta e visciole e il legame con il ghetto di Roma

Nel XVI secolo, il ghetto ebraico di Roma ha svolto un ruolo chiave nella creazione e diffusione di specialità gastronomiche, tra cui la crostata di ricotta e visciole. Le famiglie ebraiche e pasticceri residenti nel ghetto di Roma hanno contribuito a modellare la cucina romana, inserendo con intelligenza ingredienti e tecniche che hanno influenzato l’intera comunità. Infatti, a seguito di un editto papale venne proibito agli ebrei la produzione di specialità (sia dolci che salate) con i latticini. Così alcuni abili panettieri pensarono a un modo per “nascondere” la ricotta tra due strati di pasta frolla, mescolandola con le visciole per renderla meno evidente.

La crostata di ricotta e visciole di Casalino

La ricetta di questo delizioso dolce varia secondo luogo e tradizione. L’abilità nel bilanciare la dolcezza della ricotta con l’acidità delle visciole è diventata un’arte, conferendo al dolce un carattere unico e
inconfondibile. Da Casalino Osteria Kosher la preparazione è caratterizzata da metodi infallibili affinati nel
tempo, aggiungendo un tocco personale a questa prelibatezza. I segreti gelosamente custoditi, come quelli tramandati nella ricetta di Nonna Letizia, contribuiscono a preservare la tradizione e assicurare l’autenticità di questo capolavoro dell’arte dolciaria.

Da Casalino, oltre agli altri dolci kosher, la crostata viene proposta anche in altre varianti come quella al cioccolato, ingrediente che conferisce un tocco contemporaneo senza far venire meno la sua essenza.
La storia di questo dessert a Roma è un viaggio goloso attraverso le influenze culturali, le
tradizioni artigianali e l’amore per l’arte dolciaria che rendono questa prelibatezza un’icona culinaria della
Città Eterna.


Passate a trovarci per assaggiare la vera ricetta della crostata di ricotta e visciole!

Articoli Correlati